HIS MASTERS VOICE

Cambiamento climatico - dobbiamo adattarci

La conferenza mondiale di Bonn COP23 sul clima ha fatto timidi passi avanti nell’applicazione dell’accordo di Parigi sui cambiamenti climatici. Dal momento che, nel complesso, gli obiettivi prefissati dall’accordo non sono ancora sufficienti a tenere il riscaldamento globale al di sotto dei due gradi, già a Parigi la comunità internazionale aveva deciso di porsi col tempo obiettivi sempre più ambiziosi. Questo vale anche per la Svizzera. Ne consegue che, dovendoci preparare a un maggior riscaldamento globale, adattarsi sarà sempre più importante. L’adattamento, infatti, può essere guidato direttamente reagendo alle sfide poste dagli effetti del cambiamento climatico, riducendo al minimo i rischi e sfruttando le opportunità.

Zurich Svizzera si concentra ulteriormente sull’esclusivo Radar dei pericoli naturali Zurich presente su tutto il territorio confederato. L’obiettivo è di sensibilizzare la popolazione a riconoscere i rischi legati al clima e a gestirli in modo proattivo. Investiamo nel costante sviluppo del Radar e del dialogo sul clima.

Perché è importante? Gli esiti delle ricerche più recenti dimostrano che la temperatura media del nostro pianeta aumenterà in maniera più rapida e intensa rispetto al passato. Le conseguenze? Più tempeste, piene e flussi detritici. In poche parole, condizioni climatiche sempre più estreme. Di questi tempi, «tutela intelligente» è la parola chiave per eccellenza. Quanto meglio ci prepariamo agli eventuali pericoli, minori saranno i danni che subiremo. Ampliando il Radar dei pericoli naturali, Zurich aiuta gli svizzeri ad adattarsi a questa situazione. Con pochi clic questo strumento online gratuito – www.zurich.ch/pericolinaturali – fornisce informazioni sui pericoli naturali a cui sono esposti casa vostra o la vostra azienda e su come potete proteggervi da essi. Spesso basta adottare alcuni semplici accorgimenti edilizi.

Juan Beer
Chief Executive Officer
Zurich Svizzera